Non importa che cosa dobbiamo fare: tenere in mano una scopa o una penna stilografica. Parlare o tacere, rammendare o fare una conferenza, curare un malato o battere a macchina. Tutto ciò non è che la scorza della realtà splendida, l’incontro dell’anima con Dio rinnovata ad ogni minuto, che ad ogni minuto si accresce in grazia, sempre più bella per il suo Dio.

« Dio resterà morto per tutti quelli che ci sono accanto?
Che sanno che noi gli abbiamo dato la nostra vita
e che lo diciamo e che non ne siamo pentiti;
non sorgerà un “dubbio” su questa morte?».
leggiamolabibbia.blogspot.it

LeggiAmo la Bibbia

Una visione diversa, una prospettiva nuova. Quando sono a casa da mamma ho un tramonto da regalarmi, e qualche minuto me lo faccio rubare sempre dall’arrivederci del sole. Poco dopo raggiungo l’altro terrazzo e mi trovo di fronte l’alba. Come a darsi il cambio, come una staffetta di luce e di meraviglia. La luna sorge, piena, bella, proprio dalla parte opposta in cui il suo amico sole se né andato. Meraviglia! Due incanti, uno dopo l’altro, quasi da non dormirci per la bellezza.Le coccole non sono mai abbastanza. I miei gatti lo sanno bene, e anche mamma sta imparando. Sono arrivato a casa da lei ieri, giusto per qualche bacio e una notte in compagnia. E’ da poco tornata dall’ospedale e serve una presenza, semplice, rassicurante. La ripresa è lenta, l’intervento è stato ‘importante’ dicono i medici, ‘mi sento un po’ tutta delicata’ dice lei.La tenerezza abita i suoi movimenti…

View original post 188 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...