L’autoritratto nell’arte ovvero i selfies di epoche passate…l’eterno mito di Narciso

tramineraromatico

autoritratto van gofhVan Gogh: Autoritratto
L’autoritratto , misterioso, affascinante,centro di mille curiosità, ha attratto gli artistidalla notte dei tempi, a rappresentarne non solo i tratti somatici ma anche la personalità, leemozioni, i sogni, fino ad arrivare all’ormai celeberrimo selfie, che altro non è se non unautoritratto fotografico celebrativo di noi stessi.
Ciò che rende l’autoritratto così affascinante è, al di fuori di ogni altra complessa e contorta spiegazione, l’esigenza di lasciare un segno, una traccia di sé, di sopravvivere alla morte fisica, mediante la sopravvivenza nell’opera d’arte.

-L’autoritratto è il sublime ricordo dell’antico mito di Narciso, è la proiezione del passatonella storia. È allegoria ed emblema, racconto e menzogna. Può essere finzione assoluta o veritàinconscia- dice infatti Maurizio Fagiolo dell’Arco presentando la mostra Il Pittore allo specchio (Palazzo dei Diamanti, Ferrara, 1995).

Ed ecco quindi l’insuperabile ritratto-autoritratto del Narciso di Caravaggio sperduto nellacontemplazione della propria immagine, che non è un riflesso…

View original post 367 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...