Le cose che ho imparato nella vita

Ma abbiamo tempo …

Abbiamo tempo – Octavian Paler

Abbiamo tempo per ogni cosa.
Per dormire, per correre a destra e a sinistra,
per pentirci d’aver sbagliato e sbagliare ancora una volta,
per giudicare gli altri e assolvere noi stessi,
abbiamo tempo per leggere e scrivere,
per correggere ciò che abbiamo scritto, per pentirci di ciò che abbiamo scritto,
abbiamo tempo per fare progetti e non seguirli,
abbiamo tempo per farci illusioni e rovistare tra le loro ceneri in seguito.
Abbiamo tempo per le ambizioni e le malattie,
per incolpare destino e dettagli,
abbiamo tempo per guardare le nuvole, le pubblicità o un incidente,
abbiamo tempo per evitare le domande e rinviare le risposte,
abbiamo tempo per infrangere un sogno e reinventarlo,
abbiamo tempo per farci nuovi amici, e per perderli,
abbiamo tempo per ricevere lezioni e dimenticarle,
abbiamo tempo per ricevere regali e non capirli.
Abbiamo tempo per ogni cosa.
Non abbiamo tempo solo per un po’ di tenerezza.
Quando si fa anche questo – si muore.

Ho imparato alcune cose nella vita che condividerò con voi!
Ho imparato che non puoi far nulla perché qualcuno ti ami,
tutto ciò che puoi fare è essere una persona amabile.
Il resto… dipende dagli altri.
Ho imparato che per quanto a me interessi
agli altri potrebbe non importare nulla.
Ho imparato che ci vogliono anni per conquistare la fiducia
e solo pochi secondi per perderla.
Ho imparato che non imposta cosa hai nella vita
ma chi hai.
Ho imparato che te la puoi cavare e che il fascino ti può essere d’aiuto per circa quindici minuti,
dopo, però, sarebbe bene che tu sapessi qualcosa.
Ho imparato che non ci si deve confrontare con quello che gli altri sanno fare meglio,
ma con quello che tu sai fare.
Ho imparato che non importa cosa succede alle persone,
importa quello che io posso fare per aiutarle.
Ho imparato che in qualunque modo tagli
ogni cosa ha due facce.
Ho imparato che devi separarti dai tuoi cari con parole dolci
perché potrebbe essere l’ultima volta che li vedi.
Ho imparato che puoi continuare ancora per molto tempo
dopo che hai detto di non farcela più.
Ho imparato che gli eroi sono quelli che fanno ciò che si deve, quando si deve,
indipendentemente dalle conseguenze.
Ho imparato che ci sono persone che ti amano
ma non sanno dimostrarlo.
Ho imparato che quando sono arrabbiato ho il diritto di essere arrabbiato,
ma non ho il diritto di essere cattivo.
Ho imparato che l’amicizia vera continua anche a distanza,
e questo vale anche per l’amore vero.
Ho imparato che se qualcuno non ti ama come tu vorresti,
ciò non significa che non ti ami con tutto il cuore.
Ho imparato che per quanto buono possa essere un amico,
di tanto in tanto ti ferirà comunque,
e tu dovrai perdonarlo per questo.
Ho imparato che non sempre è sufficiente essere perdonati dagli altri,
a volte devi imparare a perdonare te stesso.
Ho imparato che non importa quanto soffri,
il mondo non si fermerà a causa del tuo dolore.
Ho imparato che il passato e le circostanze possono influenzare la tua personalità,
ma sei tu il responsabile di ciò che diventi.
Ho imparato che se due persone litigano, non significa che non si amino,
e che nemmeno il fatto che non litighino dimostra che si amino.
Ho imparato che a volte devi mettere la persona al primo posto
e non le sue azioni.
Ho imparato che due persone possono guardare la stessa cosa
e vederla in modo del tutto differente.
Ho imparato che a prescindere dalle conseguenze
coloro che sono onesti con sé stessi vanno lontano nella vita.
Ho imparato che la vita ti può essere cambiata in poche ore
da persone che neppure ti conoscono.
Ho imparato che anche quando pensi di non avere più niente da dare,
quando un amico ti chiama troverai la forza per aiutarlo.
Ho imparato che scrivere e parlare
possono dare sollievo ai dolori dell’anima.
Ho imparato che le persone alle quali tieni di più
ti vengono portate via troppo in fretta…
Ho imparato che è troppo difficile da capire
dove tracciare una linea tra l’essere gentile, per non ferire gli altri,
e il sostenere le tue opinioni.
Ho imparato ad amare
per essere amato.

– Octavian Paler – 

Questa la versione originale della poesia attribuita a Paulo Coelho –  Le cose che ho imparato nella vita – da lui citata in un suo libro e nel suo blog

Noi usiamo moltissimo la vista: guardiamo attraverso lenti, telescopi, tubi catodici.
La nostra visione si perfeziona ogni giorno un po di più, eppure vediamo sempre meno.
Non è stato mai così urgente, prima d’ora, parlare di vedere.
Noi siamo guardatori, spettatori, siamo ”soggetti che guardano oggetti”.
Appiccichiamo in fretta etichette su tutto ciò che c’è, etichette che poi rimangono attaccate una volta per tutte.
Queste etichette ci fanno riconoscere tutto ma non ci fanno vedere più niente.


– Frederick Frank  –

da: “Lo Zen del vedere”



Del tempo ho paura, del tempo che fugge così in fretta. Fugge? No, non fugge, e nemmeno vola: scivola, dilegua, scompare, come la rena che dal pugno chiuso filtra giù attraverso le dita, e non lascia sul palmo che un senso spiacevole di vuoto. Ma, come della rena restano, nelle rughe della pelle, dei granellini sparsi, così anche del tempo che passa resta a noi la traccia.

– Antonia Pozzi – 

“Diari” , Natale 1926

Buona giornata a tutti. 🙂

www.leggoerifletto.it

leggoerifletto

Annunci

Un pensiero su “Le cose che ho imparato nella vita

  1. Le cose che ho imparato nella vita.

    Che non importa quanto buona sia una persona, ogni tanto ti ferirà. E per questo bisognerà che tu la perdoni.
    Che ci vogliono anni per costruire la fiducia e solo pochi secondi per distruggerla.
    Che non dobbiamo cambiare amici, se comprendiamo che gli amici
    cambiano.
    Che le circostanze e l’ambiente hanno influenza su di noi, ma noi
    siamo responsabili di noi stessi.
    Che o sarai tu a controllare i tuoi atti, o essi controlleranno te.
    Ho imparato che gli eroi sono persone che hanno fatto ciò che era
    necessario fare, affrontandone le conseguenze.
    Che la pazienza richiede molta pratica.
    Che ci sono persone che ci amano, ma che semplicemente non sanno come
    dimostrarlo.
    Che a volte la persona che tu pensi ti sferrerà il colpo mortale
    quando cadrai, è invece una di quelle poche che ti aiuteranno a
    rialzarti.
    Che, solo perché qualcuno non ti ama come tu vorresti, non significa
    che non ti ami con tutto se stesso.
    Che non si deve mai dire a un bambino che i sogni sono sciocchezze:
    sarebbe una tragedia se lo credesse.
    Che non sempre è sufficiente essere perdonato da qualcuno. Nella
    maggior parte dei casi sei tu a dover perdonare te stesso.
    Che non importa in quanti pezzi il tuo cuore si è spezzato; il mondo
    non si ferma, aspettando che tu lo ripari.
    Forse Dio vuole che incontriamo un po’ di gente sbagliata prima di
    incontrare quella giusta, così, quando finalmente la incontriamo,
    sapremo come essere riconoscenti per quel regalo.
    Quando la porta della felicità si chiude, un’altra si apre, ma tante
    volte guardiamo così a lungo a quella chiusa, che non vediamo quella
    che è stata aperta per noi.
    La miglior specie d’amico è quel tipo con cui puoi stare seduto in un
    portico e camminarci insieme, senza dire una parola, e quando vai via
    senti come se sia stata la miglior conversazione mai avuta.
    È vero che non conosciamo ciò che abbiamo prima di perderlo, ma è
    anche vero che non sappiamo ciò che ci è mancato prima che arrivi.
    Ci vuole solo un minuto per offendere qualcuno, un’ora per piacergli,
    e un giorno per amarlo, ma ci vuole una vita per dimenticarlo.
    Non cercare le apparenze: possono ingannare. Non cercare la salute,
    anche quella può affievolirsi.Cerca qualcuno che ti faccia sorridere,
    perché ci vuole solo un sorriso per far sembrare brillante una
    giornataccia.
    Trova quello che fa sorridere il tuo cuore.
    Ci sono momenti nella vita in cui qualcuno ti manca così tanto che
    vorresti proprio tirarlo fuori dai tuoi sogni x abbracciarlo davvero!
    Sogna ciò che ti va, vai dove vuoi, sii ciò che vuoi essere, perché
    hai solo una vita e una possibilità di fare le cose che vuoi fare.
    Puoi avere abbastanza felicità da renderti dolce, difficoltà a
    sufficienza da renderti forte, dolore abbastanza da renderti umano,
    speranza sufficiente a renderti felice.
    Mettiti sempre nei panni degli altri. Se ti senti stretto,
    probabilmente anche loro si sentono così.
    Le più felici delle persone non necessariamente hanno il meglio di
    ogni cosa; soltanto traggono il meglio da ogni cosa che capita sul
    loro cammino.
    L’amore comincia con un sorriso, cresce con un bacio e finisce con un
    the.
    Il miglior futuro è basato sul passato dimenticato, non puoi bene
    nella vita prima di lasciare andare i tuoi fallimenti passati e i
    tuoi dolori.
    Quando sei nato, stavi piangendo e tutti intorno a te sorridevano.
    Vivi la tua vita in modo che quando morirai, tu sia l’unico che
    sorride e ognuno intorno a te piange.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...