“Come puoi mettere un santo allo stesso livello di un peccatore?” protestò un discepolo. “Sono tutti e due alla stessa distanza dal sole. La distanza diminuisce davvero se vivi in cima a un grattacielo?”.

Originally posted on leggoerifletto

da “Dove non osano i polli” – Padre Anthony de Mello

Buddha attraversò tutto il paese in cerca dell’illuminazione; visitò i principali maestri della sua epoca, praticò tutte le discipline e le spiritualità esistenti, ma non raggiunse l’illuminazione. Alla fine desistette. 
Disperato, si sedette sotto un fico e venne illuminato.

Anni dopo, i suoi discepoli gli chiesero: “Maestro, raccontaci il segreto dell’illuminazione. Come l’hai ottenuta?”.

Non esistono segreti o tecniche. E il maestro tentava di spiegarlo loro.

I discepoli però volevano conoscere la tecnica. Allora Buddha – me lo immagino mentre strizza l’occhio – disse: “va bene, vi rivelo la tecnica. Quando state inspirando, siate consapevoli del fatto che state inspirando.

E quando state espirando, siate consapevoli del fatto che state espirando”.

– Anthony de Mello –

(Dove non osano i polli, i nuovi messaggi)


Un discepolo andò dal suo maestro e gli disse, astioso:

“Tu mi stai nascondendo il segreto ultimo della contemplazione!”.

“Nient’affatto”, rispose il maestro.

“E invece sì!” ribadì l’allievo, e si allontanò risentito.

Capitò che i due si ritrovarono camminando all’alba ai piedi della montagna e udirono un uccello cantare al primo giorno.

Il maestro chiese: “Hai sentito l’uccello cantare?”.

L’allievo rispose: “Sì. L’ho sentito”.

Il maestro riprese: “Adesso sai che non ti ho nascosto nulla”.

– Anthony de Mello –

(Dove non osano i polli, i nuovi messaggi)

A un famoso guru, che aveva avuto il dono dell’illuminazione, i suoi discepoli chiesero: “Maestro, la tua illuminazione cosa ha provocato in te? Cosa ti ha dato?”.

L’uomo rispose: “Bene, vi racconto quello che essa mi ha dato: quando mangio, mangio; quando guardo, guardo; quando ascolto, ascolto. Questo essa mi ha dato!”.

I suoi discepoli obiettarono: “Ma tutti fanno Così!”.

E il maestro rispose ridendo: “Tutti fanno Così? Allora tutti devono essere illuminati!”.

Un giorno un discepolo chiese al suo maestro: “Qual è per te la cosa più importante nella vita?”

Il maestro rispose: “Qualunque cosa io stia facendo in quel momento”.

– Anthony de Mello –

(Dove non osano i polli, i nuovi messaggi)

Tutti uguali!

 “Tutti gli esseri umani sono ugualmente buoni o cattivi”, disse il maestro, che non amava usare tali etichette.

“Come puoi mettere un santo allo stesso livello di un peccatore?” protestò un discepolo.

“Sono tutti e due alla stessa distanza dal sole. La distanza diminuisce davvero se vivi in cima a un grattacielo?”.

– Anthony De Mello –

Buona giornata a tutti 🙂   leggoerifletto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...