Voglio te, solo te! Tu vali!!!

leggoerifletto:

Voglio te, solo te! – Rabindranath Tagore

Voglio te, solo te! Lascia che il mio cuore
lo ripeta senza fine.
Tutti i desideri che mi distraggono
di giorno e di notte
in sostanza sono fasulli e vani.
Come la notte tiene nascosta nel buio
l’ansia di luce
così nel profondo del mio cuore
senza ch’io me ne renda conto
un grido risuona:
Voglio te, solo te!
Come la 
tempesta cerca la quiete
mentre ancora lotta contro la quiete
con tutte le sue forze
così io mi ribello e lotto
contro il tuo amore
ma grido che voglio te, solo te

(Rabindranath Tagore)

Un giorno un uomo si recò da un vecchio saggio per chiedergli consiglio. Disse che non amava più la sua sposa e che pensava di separarsi da lei.
Il saggio lo ascoltò, lo guardò negli occhi, e disse solamente una parola:
“Amala” e tacque.
“Ma io non provo più nulla per lei”.
“Amala”, ripeté il saggio.
Di fronte allo sconcerto del visitatore, dopo un opportuno silenzio, il vecchio saggio aggiunse: 

“Amare è una decisione, non solo un sentimento, amare è dedicarsi ed offrirsi, amare è un verbo e il frutto di questa azione è l’amore. L’amore è simile al lavoro di un giardiniere: egli strappa ciò che fa male, prepara il terreno, coltiva, innaffia e cura con pazienza.

Affronta periodi di siccità, grandine, temporale, alluvione, ma non abbandona mai il suo giardino. 

Ama la tua compagna, accettala, valorizzala, rispettala, dalle affetto e tenerezza, ammirala e comprendila. 

Questo è tutto; amala. 

La vita senza amore potrebbe avere queste conseguenze: 
L’intelligenza senza amore ti renderebbe insensibile.
La giustizia senza amore ti renderebbe ipocrita.
Il successo senza amore ti renderebbe arrogante.
La ricchezza senza amore ti renderebbe avaro.
La docilità senza amore ti renderebbe servile.
La bellezza senza amore ti renderebbe superbo.
L’autorità senza amore ti renderebbe tiranno.
Il lavoro senza amore ti renderebbe schiavo.
La preghiera senza amore ti renderebbe arido.
La fede senza amore ti renderebbe fanatico.
La croce senza amore si convertirebbe in tortura.
La vita senza amore non avrebbe alcun senso. Nella vita l’amore è tutto…

Se provate a leggere la vostra vita alla luce della fede voi capite che vi siete incontrati perché un giorno Qualcuno ha deciso di darvi in dono l’uno all’altro. Avete trovato nel vostro cuore questo amore per l’altro (l’altra), non lo avete messo voi.

S.E.R Mons. Angelo Spina, Vescovo della diocesi di Sulmona Valva

da: In Cammino verso l’Amore, ed. Palumbi

Buona giornata a tutti. 🙂


www.leggoerifletto.it

Tu vali!!!

Si chiamava Betta. Frequentava la seconda superiore ed era la più terribile della classe. 

Non studiava, non taceva, non stava mai ferma, non obbediva… 

I consigli di classe trascorrevano per lo più a parlare di Betta, finché la preside invita a mandare Betta in presidenza, la prossima volta che ne avesse combinata qualcuna. 

Il giorno dopo Betta è in presidenza: «Se domani non porti questa nota firmata da tuo padre, in questa scuola non metti più piede!». 

Panico di Betta, ma panico anche dei compagni, perché Betta era la leader della classe. 

L’indomani mattina alle otto meno dieci siamo tutti fuori ad aspettare Betta e, quando la vediamo, le corriamo incontro. 

Betta ha una faccia che non si capisce se è al settimo cielo per la gioia o sottoterra per la disperazione. 

Ha in mano un piccolo foglietto e racconta: «Ieri sera, quando sono andata a dormire, mio padre non era ancora arrivato, così ho messo il diario aperto sul suo comodino e gli ho scritto questo biglietto: “Papà, lo so che ti ho deluso, ma devi firmare questa nota, altrimenti non posso più mettere piede a scuola. Non ti prometto che migliorerò, perché non ne sono capace. Ma tu, firma. Betta”.

«Questa mattina, appena mi sono alzata, la prima cosa che ho fatto è stata quella di cercare il diario che era chiuso sul mio comodino. 

La nota, per fortuna, era firmata e dietro il mio foglietto papà aveva scritto così: “Betta, non mi hai deluso, io so solo una cosa: TU VALI! Papà”». 

E quel “tu vali” bruciava tra le mani di Betta come una forza misteriosa che l’obbligava moralmente a dare tutto il meglio che aveva dentro di sé.


La perfezione non esiste. Non fa parte della natura umana.
E’ l’imperfezione che ci rende unici e irripetibili. Preziosi. Perché ogni imperfezione è diversità, è un pregio. Possiamo essere molto di più che perfetti. Possiamo essere sinceri e veri. Unici. 


– Agostino Degas –                                                                 


«Alfine mi riconquistavo, alfine accettavo nella mia anima il rude impegno di camminar sola, di lottare sola, di trarre alla luce tutto quanto in me giaceva di forte, d’incontaminato, di bello; alfine arrossivo dei miei inutili rimorsi, della mia lunga sofferenza sterile, dell’abbandono in cui avevo lasciata la mia anima, quasi odiandola. Alfine risentivo il sapore della vita, come a quindici anni».

– Sibilla Aleramo – 

da: “Una donna”

Ti rendiamo grazie e ti benediciamo
Padre santo e misericordioso,
perché hai tanto amato il mondo
da dare a noi il tuo Figlio.

A te Signore della vita,
che doni forza ai deboli
e speranza a quanti sono nella prova,
ci rivolgiamo fiduciosi.

Manda il tuo Santo Spirito
perché spinti dalla carità di Cristo
che sulla croce ha dato la sua vita per noi
anche noi doniamo la vita per i fratelli.

Giunga a tutti o Padre, la Parola che risana.
Guarisci i malati, consola gli afflitti,
e con Maria, salute degli infermi,
fa’ che giungiamo alla gioia senza fine. Amen.

Buona giornata a tutti. 🙂  www.leggoerifletto.it

leggoerifletto

Voglio te, solo te! Tu vali!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...